E’ stata pubblicato in Gazzetta Ufficiale la Legge 21 maggio 2021, n. 69 con la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41, recante misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19.

Per quanto riguarda lo sport, tra le novità più importanti, all’articolo 36-ter (Misure per le attività sportive) è stato approvato dal Senato e dalla Camera la misura inerente i voucher. Si legge infatti nel testo:

“La sospensione delle attività sportive determinata dalle disposizioni emergenziali connesse all’epidemia di COVID-19 si qualifica come sopravvenuta impossibilità della prestazione in relazione ai contratti di abbonamento per l’accesso ai servizi offerti da palestre, piscine e impianti sportivi di ogni tipo, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1463 del codice civile. I soggetti che offrono servizi sportivi possono riconoscere agli acquirenti dei servizi sportivi stessi, alternativamente al rimborso o allo svolgimento delle attività con modalità a distanza quando realizzabili, un voucher di valore pari al credito vantato utilizzabile entro sei mesi dalla fine dello stato di emergenza nazionale”.

L’emendamento, quindi, offre la possibilità alle ASD/SSD di scegliere la modalità del servizio, che può prevedere, alternativamente al rimborso o allo svolgimento delle attività a distanza (ossia online) ove possibile,  un voucher del valore pari al credito vantato.

Infine, per quanto riguarda il termine “dei sei mesi dalla fine dello stato di emergenza nazionale”, si specifica che attualmente lo stato di emergenza nazionale termina il 31 luglio 2021.